AMORE LASCIAMI DORMIRE, PER FAVORE

    Da un’ idea di Francesco Gabrielli e Alessandra Dell’ Atti

“Amore lasciami dormire, per favore” #2 variazione

-LABORATORIO/PERORMANCE di teatro fisico liberamente tratto da “ROMEO e GIULIETTA” di William Shakespeare-

Ripartire dalle origini del teatro, ripartire dallo studio della relazione teatrale, fisica e vocale.

Nella pratica laboratoriale attraverseremo le tecniche della floorwork e della contact improvisation per entrare gradualmente in contatto con il nostro corpo e con gli altri, verso una danza di azioni fisiche libere e coreografate. Ci immergeremo nel lavoro “sulla” voce e “con” la voce, dal suono alla parola come azione sostenuta dalla respirazione diaframmatica, per incontrare il testo e trovarne il corpo, la sua verità. Daremo spazio ad improvvisazioni individuali e collettive, fisiche e vocali, sul tema proposto che ci guideranno verso la creazione della performance “Amore lasciami dormire, per favore” #2 variazione, dove corpo e parola, sono continuamente in relazione tra loro e connesse al significato di identità, snodo drammaturgico intorno al quale si fonda l’opera “Romeo e Giulietta”.

Rivisitare le parole di Shakespeare non significa solo ripercorrere la sua drammaturgia, rappresentandola, ma anche indagare e svelare i punti di contatto, i nodi, tra la nostra società contemporanea e quella seicentesca descritta dall’autore, a partire dalla comprensione delle nature umane che attraversano i classici del teatro e della pulsione creativa e cognitiva che ci spinge verso di essi.

“Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente”

Alessandra Dell’Atti e Francesco Gabrielli, interpreti ed autori di teatro e danza contemporanea (provenienti da realtà riconosciute in ambito nazionale ed internazionale quali Balletto Civile, Scarlattine Teatro e Teatro delle Ombre), si incontrano nel 2015 collaborando alla messa in scena dello spettacolo “L’Amleto prima” prodotto dal C.R.T Teatro dell’ Arte di Milano. Successivamente proseguono la loro collaborazione nel progetto “Oscuri Ardori” liberamente tratto da Macbeth di W. Shakespeare e continuano la loro ricerca tra corpo e voce, teatro e danza ponendo l’accento sulla “relazione” in tutte le sue accezioni e sfumature.

GALLERIA FOTO – KILOWATT RESIDENZE (SAN SEPOLCRO) \\ 05/05/2018

 

GALLERIA FOTO – CORSIE FESTIVAL_ITINERARI DEL PRESENTE (PERUGIA) \\ 04/11/2017